La storia delle Olimpiadi

Lake Placid 1932
Giochi della III Olimpiade invernale

La terza edizione dei Giochi Invernali, disputata tra il 4 e il 13 febbraio 1932, non passò certo alla storia per la perfetta organizzazione né per risultati tecnici rilevanti. La sede prescelta, Lake Placid (sui monti Adhirontak, nello stato di New York) si trova a soli 568 m di altitudine, e per assicurare un innevamento accettabile si dovette ricorrere a una continua spola di camion che portavano la "materia prima" dalle montagne circostanti. Alle gare presero parte 252 atleti e di questi 21 erano donne. La compagine italiana, tutta maschile, era composta da 21 atleti. Tra le discipline, non vi fu lo skeleton e invece, novità interessante se pure dimostrativa, si ebbe il pattinaggio di velocità al femminile, su tre distanze, 500, 1000 e 1500 m.

Lake Placid 1932
Giochi della III Olimpiade invernale

I nordici (norvegesi in testa) confermarono la loro superiorità schiacciante nel fondo, nel salto e nella combinata nordica, aggiudicandosi tutte le medaglie in palio. Ma in totale chi vinse di più furono gli statunitensi, che conquistarono 6 ori su 14. I padroni di casa si dimostrarono imbattibili nel pattinaggio di velocità, dove Shea e Jaffee centrarono due vittorie ciascuno. In questa specialità gli americani pretesero l'applicazione del loro regolamento, che prevedeva prove a eliminazione e non a cronometro, come era accaduto a Chamonix e a Saint Moritz. Il finlandese Thunberg, vincitore di 4 titoli olimpici nelle due precedenti edizioni, si ritirò per protesta.

Le olimpiadi in rosa

Nel pattinaggio artistico maschile si assistette all'abdicazione dello svedese Grafström, re incontrastato dal 1920, quando la specialità faceva ancora parte del programma dei Giochi estivi; a succedergli fu l'austriaco Schaefer, che si sarebbe imposto anche quattro anni più tardi a Garmisch. In campo femminile nulla da fare invece per la pur brava austriaca Frizzi Burger, costretta ad accontentarsi del secondo posto dietro l'insuperabile Sonja Henie.

Medagliere

Stati Uniti padroni di casa e anche del medagliere: 12 allori il bottino finale, davanti a Norvegia (10 medaglie) e Svezia (3).

Lake Placid 1932
Giochi della III Olimpiade invernale



Come nelle precedenti edizioni dei Giochi invernali, gli atleti italiani non vinsero nessuna medaglia. Un quinto posto nel bob a quattro e un sesto nel bob a due (gare vinte dagli Stati Uniti) furono i migliori piazzamenti italiani.

Lake Placid 1932
Giochi della III Olimpiade invernale

lake placid 1932 Per avere una panoramica completa delle immagini della III olimpiade invernale vai alla pagina ufficiale del CIO.
La squadra statunitense, vincitrice del bob a quattro.

Lake Placid 1932
Giochi della III Olimpiade invernale

A seguito dello scoppio di una violenta bufera di neve durante la 50 km di fondo molti atleti furono costretti a lasciare per... mancanza di rifornimenti. Gli addetti infatti, spaventati dalla furia degli elementi, avevano quasi tutti abbandonato la pista.

Nel pattinaggio si verificò unfatto curioso: il distacco degli atleti battuti fu misurato in metri, invece che in secondi, come era consuetudine.

Lake Placid 1932
Giochi della III Olimpiade invernale